Lo storytelling aziendale: cos’è e come funziona

A cosa serve lo storytelling aziendale?

Con il termine storytelling si intende l’arte di comunicare narrando: il racconto nacque in forma orale contestualmente alla nascita dell’umanità, per poi svilupparsi in forma scritta dopo l’invenzione della scrittura.

In ambito odierno rappresenta un modo per creare maggiore awarness ed engagement attorno ad un prodotto, un servizio o un brand. Le storie, per coinvolgere il pubblico, devono suscitare emozioni, ma anche essere chiare e comprensibili.

All’interno delle aziende, l’arte di narrare può essere utile per comunicare al pubblico un cambiamento, come il lancio di nuovi prodotti. Ma serve soprattutto per creare un’identità che sia ben definita nella mente degli utenti finali. Un esempio può essere quello di dare un volto ad un prodotto: mostrare chi ha sviluppato in prima persona un articolo può aiutare i clienti a fidarsi maggiormente di un brand e portarli così ad acquistare.

 

Scopriamo insieme alcuni consigli per implementare una strategia di storytelling efficace

L’importanza della verità  

Quando si decide di costruire la propria identità aziendale attorno ad una determinata storia e ad un suo personaggio, è importante che sia credibile e realistico. Si possono anche raccontare storie vissute davvero sulla propria pelle, in modo che risultino più genuine.

 

Veicolare un messaggio

Ogni storia dovrebbe avere uno scopo, in modo che chi riceve l’informazione possa trarne insegnamento.

 

Il potere del web

Il web segue regole molto rigide: se vogliamo che il nostro messaggio venga veicolato al target dobbiamo adattarci al dinamismo della rete, per attirare immediatamente l’attenzione degli utenti; prima è dunque indispensabile aver studiato il target di riferimento per scegliere i contenuti adatti. Scende dunque in campo il visual storytelling: in internet, i contenuti più apprezzati sono le immagini.

 

Servirsi del content marketing

Aziende di qualsiasi dimensione possono avvicinarsi allo storytelling. Importante però è dare il giusto ruolo ai diversi canali di comunicazione, che spaziano dai profili social all’email marketing, dai video promozionali alla newsletter. Ognuno di questi canali prevede un diverso tone of voice.

Ciò che accumuna tutte le piattaforme è che bisogna servirsi dell’utilizzo della prima persona, evocare emozioni e utilizzare poche ma essenziali parole per esprimere l’identità e i valori del brand.

 

Alcuni elementi di brand storytelling

Il brand storytelling permette al marchio di comunicare i propri valori e la propria mission ed è strettamente legato al content marketing. Un elemento aggiuntivo è legato alla coerenza fra il carattere del brand ed il design del logo.