Startup: consigli per raggiungere il successo

Quali sono i punti focali che permettono di dare forma alla tua startup e garantirle un futuro?

Il termine startup viene sempre più utilizzato nel gergo tradizionale. Letteralmente questa parola si riferisce al periodo durante il quale si avvia un’impresa, anche se in realtà, nel gergo comune, viene intesa diversamente.

Le startup sono delle entità innovative, dinamiche e flessibili, che hanno l’obiettivo di rompere gli schemi tradizionali di mercato e di creare nuovi segmenti di mercato.

Esistono moltissime startup di successo all’interno del contesto italiano, che operano nei più disparati settori dell’economia.

 

Scopri alcuni utili consigli per portare al successo la tua startup

 

Il potere delle idee (la business idea)

Il tutto parte normalmente da un’idea: un’intuizione innovatrice che riesca a facilitare la vita di tutti i giorni, non necessariamente incentivata da grossi investimenti in capitale e in sofisticate tecnologie.

Ma ricorda: un’idea nel cassetto non è un’idea. Quindi abbi fede nella tua intuizione e trova i modi migliori per realizzarla nonostante le difficoltà!

 

Business model, business plan e studio di fattibilità

La tua idea deve partire da una solida progettazione. Non affidarti al caso, ma basa le tue convinzioni su analisi dettagliate condotte da esperti qualificati (mercato, settore, concorrenza, strategia marketing, capitali necessari, target, ..).

 

Costruisci il tuo team

Dopo aver fatto tutte le analisi del caso dovrai, ovviamente costruire il tuo team. Il gruppo di lavoro deve essere funzionale al progetto e costituito da presone qualificate nei loro settori di competenza.

 

Test del mercato e feedback

Una delle fasi più importanti è quello del test sul mercato per comprendere come il prodotto/servizio viene percepito.

È inutile perdere tempo e risorse per sviluppare alla perfezione qualcosa di nuovo. Fallo provare quando è ancora imperfetto, raccogli i feedback ed una volta che hai capito come farlo funzionare miglioralo e poi lancialo sul mercato. In linea con una metodologia di LEAN STARTUP ci sono vari approcci da adottare (A/B test, pivot, Minimum viable product, …).

 

Trova i fondi per finanziare la tua idea

Uno dei temi più spinosi quando si parla di startup riguarda i finanziamenti. Ci sono diverse tipologie di finanziamenti, suddivise in due macro-categorie:

  • Finanziamenti ordinari(a breve termine, mutuo, leasing)
  • Finanziamenti agevolati(tassi, garanzie e modalità di restituzione vantaggiosi)

Oltre ad altre forme di finanziamento quali:

  • Business Angel e Venture Capital(Capitale di rischio): sono gli investitori che credono nel tuo progetto e decidono di supportarvi finanziariamente. Si valuta l’idea attraverso un pitch system (presentazione di pochi minuti del tuo business davanti agli investitori)
  • Crowdfundingè la somma di piccoli finanziamenti erogati da persone che sostengono il tuo progetto. La piattaforma più famosa è Kickstarter.com;
  • Love Capital:è l’aiuto finanziario dalle pesone che conosci (famiglia, amici).

 

L’importanza del Mentor: fatti consigliare dai migliori

Tutti i punti che abbiamo precedentemente toccato sono vitali per una startup. Ma la cosa più importante è appoggiarsi a dei professionisti esperti, competenti e con una grande esperienza alle spalle in campo di progettazione e realizzazione di nuovi modelli business.

 

Hai una startup? Quali difficoltà hai dovuto superare per portarla al successo?


Ti potrebbe interessare anche:

Business Model Canvas: cos’è e quali sono i vantaggi
Startup: 7 motivi per cui il Coworking è la scelta migliore
Intervista a Francesca Varvello di StartUp Heallo

Aggiungi commento