Digital Workplace: cos’è e come realizzarlo

Il Digital Workplace è un concetto in continua evoluzione, basato non solo sulla tecnologia, ma sulle connessione tra le persone. Ecco cosa si tratta.

Sempre più spesso si sente parlare di Digital Workplace (DWP), ma cosa si intende esattamente con questa espressione?

 

Il paradigma del digital workplace sta sostituendo progressivamente quello della scrivania dell’ufficio e sta cambiando il workspace in chiave digitale. La connettività sia in azienda che fuori, su device come notebook, smartphone e tablet permette a dipendenti, manager e collaboratori di essere sempre produttivi. Ma è, soprattutto, la collaborazione a livello di team a beneficiare di questa nuova tendenza. Soluzioni di social collaboration e strumenti di aggiornamento dei file in tempo reale spianano la strada a una produttività “senza confini”. Sarà sempre possibile avere accesso alle risorse più qualificate per ogni specifico task, selezionandole indipendentemente dal fatto che si trovino nello stesso ufficio, in una filiale o in una sede decentrata, che operino in smart working da casa o “sul campo”, presso il cliente.

 

Lo spazio di lavoro infatti cambia velocemente e si evolve insieme alle tecnologie e alle esigenze di un’azienda. Il workplace oggi è un ambiente sempre connesso, in grado di fornire risorse e contenuti in tempo reale a chiunque ne abbia bisogno. Questo è possibile grazie alla digitalizzazione del lavoro che favorisce sempre di più il legame e la comunicazione tra tutti i collaboratori all’interno di un’impresa.

Ciò che conta oggi all’interno di una comunità aziendale non è la presenza fissa in ufficio, ma terminare le proprie attività giornaliere, raggiungere gli obiettivi prefissati ed offrire all’azienda e al proprio team un valore aggiunto.

Se fino ad oggi negli ambienti di lavoro era fondamentale prestare attenzione alla customer experience (l’esperienza del cliente), è arrivato il momento in cui non è più ammissibile sottovalutare l’importanza dell’employee experience (l’esperienza del dipendente): è il momento di gestirle entrambe in modo efficace.

La customer experience si concentra sull’esperienza d’acquisto dell’utente da quando scopre il marchio fino all’acquisto del prodotto o servizio. L’employee experience, invece, è il prodotto dell’interazione tra un dipendente e un’organizzazione durante la sua carriera. Dall’unione di queste due esperienze, due punti di vista opposti di una stessa azienda, nasce il concetto di workplace experience.

 

In cosa consiste il Digital Workplace

Si tratta di un nuovo modo di interpretare il posto di lavoro che, attraverso l’utilizzo di strumenti digitali tecnologicamente innovativi, permette di migliorare la produttività di un’azienda.

Ad oggi le imprese devono adeguarsi velocemente alle esigenze dei processi aziendali, delle persone e degli affari e necessitano di organizzare un luogo di lavoro capace di supportare e avere cura sia dei clienti che dei dipendenti.

Attraverso l’integrazione del digital workplace è possibile coinvolgere positivamente i dipendenti, aumentare la produttività e ridurre i costi operativi. Un digital workplace è in grado di offrire ai dipendenti un set di strumenti digitali utili per lo svolgimento delle loro mansioni, puntando al miglioramento dell’esperienza dei dipendenti attraverso una maggiore collaborazione e comunicazione.

Attraverso l’utilizzo di una piattaforma digital workplace un’azienda può:

  • Creare flussi di lavoro personalizzati;
  • Automatizzare le attività ripetitive e manuali;
  • Integrare e unire tutte le applicazioni aziendali;
  • Stabilire dei canali di comunicazioni più efficienti per i diversi team aziendali;
  • Incorporare funzionalità smart.

 

Le tecnologie del Digital Workplace

Uno degli strumenti fondamentali per realizzare uno spazio di lavoro digitale è l’hardware, ovvero tutti i dispositivi e le periferiche progettate per migliorare la produttività e la mobilità aziendale. I dipendenti e i collaboratori esterni necessitano di periferiche di qualità come stampanti e scanner portatili.

È fondamentale che un’azienda si basi su una piattaforma digitale unica come base centralizzata a cui è possibile accedere da qualsiasi dispositivo autorizzato e da qualsiasi luogo che dispone di una connessione internet.

L’accesso via cloud al giorno d’oggi è indispensabile per qualsiasi tipologia di azienda volta a digitalizzare i processi o per le imprese che hanno applicato lo smart working. L’obiettivo comune è quello di garantire una perfetta collaborazione tra i dipendenti e lo scambio in tempo reale di risorse utili Infine, è fondamentale acquisire ed integrare nel digital workplace uno spazio dedicato all’archiviazione dei dati aziendali, che sia sicuro e aggiornato in tempo reale, in modo da ottimizzare il tempo e completare velocemente un’attività.

 

Hai mai pensato di trasformare la tua attività in un Digital Workplace?

 

Ti potrebbe interessare anche:

Uffici, lo Smartworking libera spazi da ripensare
Coworking: tutti vantaggi

Aggiungi commento