Decreto Rilancio: cosa prevede l’Art 31 per le imprese

Il Decreto Rilancio è stato ufficialmente approvato dal Governo: scopri i principali vantaggi dell’Art.31.

Il Decreto Rilancio è un provvedimento di dimensioni notevoli, una manovra che interviene con un “mosaico di misure” su più livelli per dare risposta alle sfide e ai problemi emersi con l’emergenza da Covid-19. Misure che riguardano imprese, autonomi, famiglie, lavoratori.

In particolare l’Art. 31 presente all’interno del DL prevede un credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo, affitto d’azienda e cessione del credito.

 

Ecco i principali vantaggi per le imprese:

  •  Alle Aziende, Professionisti e Associazioni che soddisfano i requisiti spetta un credito d’imposta nella misura del 60% dell’ammontare mensile del canone di locazione, di leasing o di concessione di immobili ad uso non abitativo destinati allo svolgimento dell’attività o all’esercizio abituale e professionale dell’attività di lavoro autonomo.

 

  • Il credito d’imposta è commisurato all’importo versato nel periodo d’imposta 2020 con riferimento a ciascuno dei mesi di marzo, aprile e maggio ed è utilizzabile nella dichiarazione dei redditi, successivamente all’avvenuto pagamento dei canoni.

 

Clicca qui per visionare il decreto legge completo.

 

Un’altra importante agevolazione rigurarda l’Articolo 28, che prevede l’erogazione di un contributo a fondo perduto per imprese, lavoratori, autonomi e partite IVA che hanno subito cali del fatturato.

Delle misure utili anche per scegliere la soluzione del Coworking e ricevere uno sconto agevolando la ripartenza della tua attività. 

 

Per ulteriori approfondimenti scrivi a info@linknow.it

Aggiungi commento