Intervista a Francesca Varvello di StartUp Heallo

Oggi intervistiamo Francesca Varvello, nuova Coworker LinkNow e CEO della Startup Heallo.

Raccontaci un po’: cos’è Heallo e di cosa si occupa?

Heallo è una StartUp che cerca soluzioni sostenibili, attraverso tecnologie di riutilizzo degli scarti, per migliorare l’alimentazione moderna, condizionata da modelli sbagliati e cibo artefatto, per migliorare la nutrizione e la vita dell’uomo, preservando l’ambiente. Raccoglie le esperienze imprenditoriali e di ricerca di Francesca Varvello, tecnologa alimentare, da sempre attiva nell’ambito della nutrizione sana e nel recupero dei sottoprodotti della lavorazione dei cereali.

 

Come sei arrivata in LinkNow e perché la scelta di un coworking al posto di un “ufficio tradizionale?

Gli aspetti burocratici del lavoro sono i meno interessanti e la prospettiva di avere uno spazio “chiavi in mano” senza il pensiero di attivazioni e bollette è ideale per un’idea di imprenditoria smart. Inoltre uno spazio condiviso facilita l’interazione e la circolazione delle idee.

 

Quale aspettative sulla permanenza in questo Coworking?

L’idea è che sia una permanenza duratura.

 

Partecipereste ad eventi di networking organizzati da LinkNow? (es. aperitivi, pausa pranzo, corsi di formazione ecc.)

Compatibilmente con i numerosi impegni che una piccola realtà deve affrontare, sicuramente sì.

 

Cosa ti ha spinto a creare una impresa smart di food tech?

L’idea di poter creare progetti e soluzioni innovative anche per aziende più grandi, magari meno disponibili ad avere internamente uno staff dedicato a nuove soluzioni, ma interessate a sfruttarne di già pronte, nell’ottica di migliorare gli aspetti nutrizionali, sociali e ambientali, perché crediamo che questo sia un impegno che ciascuno si debba porre.

 

Ho notato che la Heallo ha partecipato a eventi fuori da l’Italia. Quali sono le differenze in questo settore tra l’Italia e l’estero?

l’Italia è più tradizionalista e meno aperta alle novità e alla condivisione, rispetto all’estero, sono però sicura che le nuove generazioni porteranno cambiamenti.

 

Quale consiglio daresti a chi vuole creare una StartUp?

Fallo solo se hai un’idea davvero solida e se hai molta perseveranza! 

 

 

 

Aggiungi commento