Freelance: I Trend da tener d’occhio nel 2020

Il mondo social si trasforma molto velocemente. Per un social media manager Freelance  è essenziale seguire le tendenze .

 

Nell’ambito del marketing è facile affidarsi ai cosiddetti “Grandi 5”, vale a dire Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn e YouTube. Il pubblico però sta diventando sempre più complesso e si sta spostando anche sulle nuove piattaforme emergenti.

Canali come TikTok stanno guadagnando un grande numero di utenti e sono più che pronti ad attrarre una fetta sempre più larga del budget che veniva destinato altrove.

Se nel 2019 abbiamo visto Instagram raggiungere 1 miliardo di utenti attivi mensili, consolidandosi al quinto posto tra i canali principali di social media, TikTok sta già recuperando terreno, con 500 milioni di utenti attivi al mese registrati nel giugno 2018, e quasi 750 milioni registrati ad oggi.

Il trend sta esplodendo, il che significa che dal 2020 dovrà essere tenuto sempre più in considerazione nelle strategie di marketing.

Grandi brand come Pepsi, Nike e Sony Music stanno già costruendo le loro community su TikTok, allineandosi con nuovi influencer per creare dei contenuti rilevanti e un seguito dedicato.

 

La consapevolezza nell’uso dei social media

La coscienza dell’impatto che hanno i social media sulla nostra salute mentale è in aumento, e le piattaforme stanno già cambiando il loro approccio per rendere le community più amichevoli e meno nocive.

Digital Detox non significa chiudere tutti gli account ma di ridurli il tempo di utilizzo, avendo un atteggiamento più equilibrato: questo cambiamento non può passare inosservato per un social media manager freelance.

A posto del like che alcune piattaforme hanno già fatto sparire, gli utenti troveranno altri modi per esprimere il loro apprezzamento nei confronti dei brand.

Il marchio inglese Lush UK, ad esempio, che ha diminuito i post sul canale social, concentrando sulla conversazione all’interno della sua community.

Un’interazione più trasparente e serena si avvicina di più alla vita reale e rende il branding più amichevole nei confronti del suo consumatore, che oggi cerca altri tipi di esperienze.

 

Addio fake news

Le menzioni relative a social media e regolamentazione sono aumentate del 39% da gennaio a giugno 2019. Persino Facebook ritiene che dovrebbe esserci un regolamento governativo per la gestione dei social media.

Cosa significa questo per i Freelance? Il tuo brand potrebbe essere distrutto, se venisse associato a qualsiasi genere di rischio per la sicurezza dei dati dei clienti.

Nel 2020, il grande trend sarà rappresentato dal duro lavoro di brand e piattaforme per contrattaccare la perdita di fiducia percepita sui social media.

Per i brand questo significherà definire una linea sottile tra la privacy dei dati e la personalizzazione (oltre a un’ascesa di questi fattori in futuro). Il paradosso della privacy mostra che, quando si tratta di privacy, i consumatori si fidano meno dei brand, ma sono ancora più propensi a fornire dati alle aziende per ottenere dei servizi più personalizzati.

Altre tendenze da seguire saranno:

  • l’AR e la VR che faranno parte sempre più spesso delle strategie di marketing;
  • L’uso si intelligenza artificiale e chatbot;
  • Il coinvolgimento della Generazione Z nelle campagne di social media marketing;
  • Le collaborazioni dei brand con micro e nano influencer;
  • Gli investimenti negli user generated content.

 

Contattaci per ulteriori informazioni via mail a info@linknow.it o al numero 0377 778000.

Aggiungi commento